Missione Giovani “S.Mottura"

Il 27 Ottobre la Missione Giovani si è svolta presso l'Istituto “S. Mottura".

IL VESCOVO NEL CUORE DEL “MOTTURA”

Sabato 27 ottobre, in una mattinata colorata di grigio per la insolita nebbia, i giovani studenti dell'I.I.S.S. «S. MOTTURA» di Caltanissetta hanno incontrato il Vescovo, Mons. Mario Russotto, in due turni, biennio e triennio, per riflettere insieme sulle questioni di fondo dell'esistenza umana.
Molte sono state le emozioni e le questioni poste da parte degli studenti.
Lorenzo 1^G: “È facile incontrare Dio e lei lo ha mai incontrato? o ha avuto dubbi su di lui?”
Diego 1^B: “È vero: spesso non ci sentiamo accettati e non abbiamo sogni. Siamo davvero ragazzi persi e senza speranza? Ma in un mondo così violento come possiamo avere fede?!”
Santo 2^ D “Ma lei ha mai avuto dubbi su Dio? Ci sono le prove che Dio esiste? Chi ci assicura che Dio esiste davvero?”
Stanikzai Naveed Khan (Afghanistan) 2 H: “Sono uno ragazzo musulmano. Le chiedo come conciliare Dio onnipresente e onnipotente visto quello che ogni giorno accade di brutto ad ogni persona nel mondo? E cosa pensa della parola “Dio è unico”?”
Francesco 1G: “Qual è il messaggio che ci vuole dare nella frase ”La speranza richiede che noi accettiamo il rischio della libertà”?”
Alessandra 4G: Spesso mi ritrovo tra gli sfiduciati che non sono ottimisti per il futuro. I miei sogni si infrangono e, per citare la sua lettera, “in quel crocevia” Dio non riesco proprio a incontrarlo... ma veramente si può incontrare Dio?”
Alessia 4G: “Come si può vivere il proprio sogno in un mondo dove il pragmatismo e il materialismo distruggono i sogni?”
Scarfia 4 B: “Perché Dio permette la sofferenza e la morte prematura di nostri coetanei?”
Francesca 4I: “In che modo Lei ha capito di avere la vocazione? Come si fa a capire la propria vocazione?”
Massimo 5B: “Il giovane ricco di fronte alla condizione posta da Gesù se ne va rattristato. Le chiedo: seguire Gesù comporta una vita di sofferenza?”
Il Vescovo e i suoi ragazzi non si sono sottratti alle domande e hanno illuminato i cuori dei ragazzi stimolando l’entusiasmo e la voglia di mettersi in gioco.

I DOCENTI DI RELIGIONE
Dell’IISS “S. Mottura”