Istituto Teologico-Pastorale “Mons. G. Guttadauro”

L’Istituto Teologico “Mons. G. Guttadauro” ha lontane radici, anche se la sua fondazione come tale risale al 7 giugno 1981 e la sua affiliazione alla Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia al 13 febbraio 1986.

Il Vescovo Guttadauro, al quale l’Istituto s’intitola, lo fondò pochi anni dopo il suo ingresso nella diocesi, nel 1859, con il nome di Accademia di S.Tommaso D’Aquino. Ne affidò la cura al sacerdote Giuseppe Francica Nava. All’Accademia di San Tommaso, il Guttadauro affiancò, dopo la pubblicazione della Rerum novarum, l’ “Istituto di scienze sociali”, altro pilastro della formazione del clero nisseno, che si distinse nella partecipazione all’avvio del Movimento Cattolico.Il giornale l’Aurora è la testimonianza di un clero dotto e vivace che si era formato nel seminario nisseno.

Il cammino sembrò arrestarsi durante la prima guerra mondiale. Il vescovo del tempo, Mons. Antonio Augusto Intreccialagli, avviò i pochi seminaristi rimasti al Pontificio Seminario Romano. Nel 1924, il suo successore, Mons. Giovanni Jacono, riaprì il seminario e avviò di nuovo lo studio teologico, che conobbero uno splendido ritorno al cammino segnato dal Guttadauro. Questo cammino sereno e sicuro ebbe il suo sussulto tra gli anni sessanta e gli anni settanta, quando il vescovo Mons. Francesco Monaco indirizzò i seminaristi alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, a Napoli.

Nel 1974 il nuovo vescovo Mons. Alfredo Maria Garsia riaprì il Corso Teologico, chiedendo ai sacerdoti Antonio Giliberto e Cataldo Naro una progettazione modellata sullo stile delle Facoltà Teologiche, impostata su una nuova fisionomia di servizio per tutta la diocesi e con fini fondamentali: la formazione dei futuri presbiteri, quella permanente del clero, la ricerca scientifica nelle discipline teologico-pastorali, lo studio dello specifico spirituale e pastorale della Chiesa particolare.

Nel 1977 ha avuto inizio la pubblicazione della collana di Quaderni di presenza culturale, che dalla prima opera di Cataldo Naro ad oggi hanno raggiunto il numero di 42. Da sedici anni l’Istituto cura il quaderno annuale “Guttadauro”, ove sono pubblicati lavori di ricerca dei docenti. L’Istituto si rende presente all’interno delle iniziative culturali della Diocesi e della città. Promuove, annualmente, la Prolusione dell’anno accademico e il seminario di studi “La tre Tende della Memoria: saperi dell’uomo e sapere della fede” per il recupero delle radici storiche, filosofiche e teologiche della nostra chiesa particolare.

 

Viale Regina Margherita, 29 - 93100 Caltanissetta
Tel. e Fax 0934 583874
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prefetto degli Studi: Sac. Giuseppe D'Anna
Segretaria: Ins. Concetta Maienza