La parrocchia S. Pietro celebra Paolo VI

Tre momenti dedicati a Papa Paolo VI dalla Parrocchia S. Pietro di Caltanissetta, fondata 40 anni fa proprio nell’ultimo anno di vita del Papa Beato, di cui è attesa ad ottobre la canonizzazione, che ha segnato con il compimento del Concilio Ecumenico Vaticano II la storia della Chiesa e della società contemporanea.

Domenica 11 febbraio il primo evento, una Messa solenne celebrata dal Vescovo, Mons. Mario Russotto, che si concluderà con la benedizione della statua raffigurante Maria Mater Ecclesiae, così come proprio Paolo VI definì la Madonna a conclusione del Concilio.

La scultura, di maiolica bianca, è opera dell’artista tedesco Martin Emschermann, ed è particolarmente significativo sia stata voluta dalla parrocchia dedicata a S. Pietro, perché proprio il Concilio ha delineato una nuova comprensione dell’identità della Chiesa come movimento dinamico e bipolare tra “principio pietrino” e “principio mariano” (von Balthasar).

Il secondo appuntamento dedicato a Paolo VI si svolgerà giovedì 22 febbraio alle ore 18, Festa della Cattedra di S. Pietro, che la parrocchia solennizzerà con una celebrazione presieduta da don Paolo Grimaudo, di Calascibetta, unica città della Diocesi dove esiste una chiesa dedicata a S. Pietro come a Caltanissetta.

Infine venerdì 23 febbraio con “Verso il Calvario”, testi della Via Crucis scritti da Paolo VI nella quaresima del 1972, interpretati da Maria Grazia Bonelli con musiche dal vivo di Enrico Maida e introduzione di Leandro Sollami. Questo momento, di particolare intensità spirituale, sarà coordinato da Giovanni Virone e vedrà la collaborazione del Gruppo Scout CL 1 di Caltanissetta.