logoexediocesicl-1637012604
vescovo-russotto

facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
phone
senzatitolo-1
logoexediocesicl

Copyright © 2021 Diocesi di Caltanissetta, Viale Regina Margherita 29, 93100 Caltanissetta. Tel.: 0934 21446​


facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
phone
n. 1 Gennaio 2023ORDINAZIONE EPISCOPALE di S.E.Rev. Mons. SALVATORE RUMEOI MARTEDI' DELLA PAROLA: 7 febbraio 2023 "Sapienza" Gc 1, 5-8Festa dei Fidanzati 2023 SI! LO VOGLIOQUARESIMA 2023 Lectio diocesana tenuta dal VescovoLA VITA IN PAROLA Esercizi spirituali per Educatori, Insegnanti, Amici del Seminario, Associazioni ecclesiali

CF. 92004790850

NEWS

SelfieWeb.it by Art's Comunicazione

LOGOS Il Vangelo del 26 Dicembre 2021

26-12-2021 09:37

Diocesi di Caltanissetta

Logos - Vangelo della Domenica, Logos 2021,

0

Dal Vangelo secondo Luca 2, 41-52

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 2,41-52
 
I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli fosse nella comitiva, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme.
Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l'udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte.
Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.
Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini.

 

Gli sposi cristiani possono e devono reinventare la contestazione evangelica e vivere con fedeltà dinamica e creativa la loro nuzialità consacrata, per raccontare l’Amore e la Fedeltà del Dio-con-noi, per "mostrare Dio" e "dire la fede" con una feriale e significativa martyria, facendosi carico di una nuova cultura della speranza. Buona Festa della Santa Famiglia!

+Mario Russotto

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder