logoexediocesicl-1637012604
vescovo-russotto

facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
phone
senzatitolo-1
logoexediocesicl

Copyright © 2021 Diocesi di Caltanissetta, Viale Regina Margherita 29, 93100 Caltanissetta. Tel.: 0934 21446​


facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
phone
n. 1 Gennaio 2023ORDINAZIONE EPISCOPALE di S.E.Rev. Mons. SALVATORE RUMEOI MARTEDI' DELLA PAROLA: 7 febbraio 2023 "Sapienza" Gc 1, 5-8Festa dei Fidanzati 2023 SI! LO VOGLIOQUARESIMA 2023 Lectio diocesana tenuta dal VescovoLA VITA IN PAROLA Esercizi spirituali per Educatori, Insegnanti, Amici del Seminario, Associazioni ecclesiali

CF. 92004790850

NEWS

SelfieWeb.it by Art's Comunicazione

LOGOS Il Vangelo del 10 Luglio 2022

07-07-2022 18:00

Diocesi di Caltanissetta

Logos - Vangelo della Domenica, Logos 2022,

0

Dal Vangelo secondo Luca 10,25-37

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 10,25-37

In quel tempo, un dottore della Legge si alzò per mettere alla prova Gesù e chiese: «Maestro, che cosa devo fare per ereditare la vita eterna?». Gesù gli disse: «Che cosa sta scritto nella Legge? Come leggi?». Costui rispose: «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente, e il tuo prossimo come te stesso». Gli disse: «Hai risposto bene; fa’ questo e vivrai».
Ma quello, volendo giustificarsi, disse a Gesù: «E chi è mio prossimo?». Gesù riprese: «Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gèrico e cadde nelle mani dei briganti, che gli portarono via tutto, lo percossero a sangue e se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e, quando lo vide, passò oltre. Anche un levìta, giunto in quel luogo, vide e passò oltre. Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto, vide e ne ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi lo caricò sulla sua cavalcatura, lo portò in un albergo e si prese cura di lui. Il giorno seguente, tirò fuori due denari e li diede all’albergatore, dicendo: “Abbi cura di lui; ciò che spenderai in più, te lo pagherò al mio ritorno”. Chi di questi tre ti sembra sia stato prossimo di colui che è caduto nelle mani dei briganti?». Quello rispose: «Chi ha avuto compassione di lui». Gesù gli disse: «Va’ e anche tu fa’ così».

Se siamo rannicchiati su noi stessi e sulle nostre fragilità non riusciamo ad ascoltare la Parola liberante di Gesù, non riusciamo a "vedere" il Signore. Occorre dunque superare la sterile litania delle lamentazioni, la cecità nel “vedere” sempre le ombre e non la luce, il negativo e mai il positivo, gli ostacoli e non i passi già compiuti. Buona domenica!

+Mario Russotto

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder