logoexediocesicl-1637012604
vescovo-russotto

facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
phone
senzatitolo-1
logoexediocesicl

Copyright © 2021 Diocesi di Caltanissetta, Viale Regina Margherita 29, 93100 Caltanissetta. Tel.: 0934 21446​


facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
phone

CF. 92004790850

Maggio 2022MESSAGGIO AI RAGAZZI DI PRIMA COMUNIONE E CRESIMA"DI QUESTO VOI SIETE TESTIMONI"LOGOS Il Vangelo del 22 Maggio 2022ISTITUTO TEOLOGICO PASTORALE "Mons. G. Guttadauro""Tu con me... meditando il Salmo 23"

NEWS

SelfieWeb.it by Art's Comunicazione

LOGOS Il Vangelo del 30 Gennaio 2022

27-01-2022 16:00

Diocesi di Caltanissetta

Logos - Vangelo della Domenica, Logos 2021,

0

Dal Vangelo secondo Luca 4,21-30

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 4,21-30
 
In quel tempo, Gesù cominciò a dire nella sinagoga: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».
Tutti gli davano testimonianza ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca e dicevano: «Non è costui il figlio di Giuseppe?». Ma egli rispose loro: «Certamente voi mi citerete questo proverbio: “Medico, cura te stesso. Quanto abbiamo udito che accadde a Cafàrnao, fallo anche qui, nella tua patria!”». Poi aggiunse: «In verità io vi dico: nessun profeta è bene accetto nella sua patria. Anzi, in verità io vi dico: c’erano molte vedove in Israele al tempo di Elìa, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elìa, se non a una vedova a Sarèpta di Sidòne. C’erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Eliseo; ma nessuno di loro fu purificato, se non Naamàn, il Siro».
All’udire queste cose, tutti nella sinagoga si riempirono di sdegno. Si alzarono e lo cacciarono fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte, sul quale era costruita la loro città, per gettarlo giù. Ma egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino.

 

Quante donne e quanti uomini camminano la vita con le loro brocche vuote in attesa di potersi liberare del simbolo del loro arido passato, prima che questo si riveli un fardello troppo pesante da sostenere. Se conoscessero il dono di Dio… Se facessimo conoscere loro il dono di Dio… Buona domenica!

+Mario Russotto

Come creare un sito web con Flazio