Domenica, 7 Giugno 2020
Appuntamenti Diocesani Orari Sante Messe La Voce del Vescovo Contatti Video Gallery Photo Gallery
ricerca
Diocesi
Appuntamenti Diocesani
Comunicati
Vescovo
Curia
Seminario Vescovile
Clero
Parrocchie
Istituti
Associazioni
Stampa Diocesana
Media Gallery
Link Utili Contatti
La Chiesa 205

Coronavirus: Comunicato della Presidenza della CEI

26 Febbraio 2020
di Redazione
Condividi
Coronavirus: Comunicato della Presidenza della CEI

I Vescovi siciliani condividono le disposizioni cautelative

Davanti al diffondersi del Coronavirus, la Presidenza della Conferenza Episcopale Siciliana, anche in riferimento al Comunicato della Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana del 24 febbraio 2020, "a titolo cautelativo, suggerisce di distribuire l'Eucarestia sotto la specie del Pane, preferibilmente sulla mano dei fedeli, e di evitare lo scambio della pace con un contatto fisico. Si invita, inoltre, a tenere temporaneamente vuote le acquasantiere.Allo stato attuale non è limitata alcuna iniziativa di culto. Qualora le Autorità civili dovessero disporre altrimenti, sarà nostra premura comunicarlo tempestivamente".
Nella giornata di ieri la CEI ha diffuso in merito il seguente comunicato:
"Davanti al diffondersi del Coronavirus, alla notizia dei primi decessi, alla necessità di tutelare la salute pubblica, arginando il più possibile il pericolo del contagio, in questi giorni – e in queste ore – si susseguono richieste relative a linee comuni anche per le nostre comunità ecclesiali.
Come Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana avvertiamo il dovere di una piena collaborazione con le competenti Autorità dello Stato e delle Regioni per contenere il rischio  epidemico: la disponibilità, al riguardo, intende essere massima, nella ricezione delle disposizioni emanate.
Nel contempo, come Chiesa che vive in Italia, rinnoviamo quotidianamente la preghiera elevata ieri a Bari, nella celebrazione eucaristica presieduta dal Santo Padre a conclusione dell’incontro del Mediterraneo: preghiera di vicinanza a quanti sono colpiti dal virus e ai loro familiari; preghiera per medici e infermieri delle strutture sanitarie, chiamati ad affrontare in frontiera questa fase emergenziale; preghiera per chi ha la responsabilità di adottare misure precauzionali e restrittive.
Ci impegniamo a fare la nostra parte per ridurre smarrimenti e paure, che spingerebbero a una sterile chiusura: questo è il tempo in cui ritrovare motivi di realismo, di fiducia e di speranza, che consentano di affrontare insieme questa difficile situazione.
La Presidenza della CEI
Roma, 24 febbraio 2020

Condividi